Seminario con Melanie Testa… le foto

Giovedì e venerdì sono stata ad un seminario con Melanie Testa… Melly per gli amici.
Il seminario è stato organizzato da Marlis Egger, all’interno di TexArtAcademy.
Che dire? È stato un corso bellissimo! Al contrario di quasi tutte le partecipanti io ero assolutamente una principiante nella tintura delle stoffe. Non conoscevo i colori Procion, il monoprinting, mai timbrato sulle stoffe…E devo dire che è stato utilissimo!
Quilt artistici non ne ho mai fatti… ma da qualche parte bisogna pur iniziare!
Melanie è stata la maestra internazionale più umana e dolce che abbia mai avuto. Disponibile, gentile, si informava su di noi… una donna piena di energia che neppure il cancro ha fermato! Un vero esempio per tutti quelli che al minimo acciacco si lamentano. Potete leggere la sua storia nel suo bellissimo blog.
Al corso ho conosciuto anche altre stupende artiste (eh sì erano tutte artiste… anzi Artiste! eheheh mica come me!) oltre a Marlis e Melly… non sto ad elencarvele tutte perché rischierei di dimenticarne qualcuna, ma vi svelo almeno chi era la mia compagna di tavolo: Linda di appuntipatch.blogspot.com

Al lavoro…
Eccomi con una mia creazione…

 Queste due foto le ho prese dal blog di Melly, ne trovate altre qui: http://www.melanietesta.com/mtype/archives/2011/10/silent-in-switz-3.html

Melly al lavoro, monoprinting:

(wonderful!)
Queste sono di Melly, le mie ve le mostrerò appena ho tempo x fare qualche foto…

Ed eccoci tutte assieme, ognuna con il proprio lavoro preferito! Tutte bellissime! 🙂
Se vi siete perse questa stupenda occasione e volete conoscere Melly, vi consiglio di comprare il suo libro: 
e di guardare i video che trovate nel suo canale youtube (il link è nel suo blog).
A presto,

Nuovi blocchetti Dear Jane

-C12-
un quadratino nine-patch è al contrario… ma lo tengo così! 😉
-B13-

-M10-

-A6-
Questo invece devo rifarlo perché non è per niente preciso!
Ho penato per fare questi blocchetti… far combaciare gli incroci: un’impresa per me che non sono per niente precisa! Ma per fortuna i prossimi 3 saranno in paper piecing! 🙂
Ed ecco il riassunto: 
A presto!

Nuova avventura: Dear Jane

Lo so che ho già tante cose iniziate in giro… ma non potevo resistere!
Giulia nel forum del patchwork caffé ci ha proposto un SAL Dear Jane… sono già in ritardo ma ecco i miei primi 6 blocchetti. Ho iniziato da quelli in paper piecing che adoro… poi arriveranno gli altri e mi metterò in pari con le altre ragazze!

-A8-
-B4-
c
-C1-

-D6-
-D13-
-F4-

A presto, 

Cuscino per fedi…

Il 24 settembre si sposa una delle mie più care amiche… e per gli sposi ho cucito questo cuscino per le fedi.
Purtroppo ho fatto la foto con il telefonino per farla vedere alle amiche del patchworkcaffé… e poi mi sono dimenticata di farla con la reflex prima di portarlo agli sposi!

Mi sa che i nastrini li accorcerò il giorno stesso del matrimonio per non nascondere le fedi… eheheh riuscirò ad infilare delle forbici nella pochette? 😉

Il disegno degli uccellini è tratto da “A friendship gift” di Natalie Bird.

Il giorno del matrimonio dovrebbe essere il Leo a portare gli anelli… eheheh è stato corrotto: gli abbiamo promesso un regalo sia io che la sposa! A me toccherà comprargli una scatola di playmobil con dei dinosauri… ma solo se farà il bravo e non farà capricci! Ce la faranno i nostri eroi?

Cmq vedrò di fargli una foto… e spero di riuscire a farci fare una foto decente di noi due dal fotografo! 🙂 Non sono mai truccata e pettinata… bisogna approfittarne!

A presto!

PS: scusate per la lunga assenza di agosto… ma sono sempre incasinata!

Tutorial per esagoni con tecnica atarashii PRIMA PARTE

Come promesso ecco il tutorial per fare gli esagoni con la tecnica atarashii… tutto fatto a mano! Pronte?

Per prima cosa dovete disegnare gli esagoni.
Prendete un compasso e disegnate un cerchio con raggio 3.5″.

Tenete la stessa apertura del compasso e puntate in punto qualsiasi della circonferenza. Tracciate un segno. Poi vi spostate dove il segno incrocia la circonferenza e fate un altro segno (ricordatevi di tenere sempre la stessa apertura del compasso). Ripetete il tutto finché vi ritrovate allo stesso punto di partenza! A questo punto avete i punti per tracciare un esagono perfetto. Oppure fate così (da wikipedia):

Ripetete la cosa per gli altri 3 esagoni. Misure dei raggi:
1″  –  1 5/8″   –  2″

A questo punto vi consiglio di ricalcare gli esagoni di 3.5″, di 2″ e quello di 1 5/8″ sul template plastic oppure su un cartoncino, così da avere le sagome per ritagliare gli esagoni dalle stoffe e dall’imbottitura.

Tracciate inoltre gli esagoni di 2″ e 1″ sulla freezer paper e tracciate le diagonali.

Tracciate sul retro della stoffa che scegliete per l’esterno l’esagono da 3,5″ e ritagliatelo.
Fate la stessa cosa con l’esagono da 1 5/8″” sulla stoffa che avete scelto per l’interno.
L’esagono di 2″ invece dovete ritagliarlo dall’imbottitura.

Prendete l’esagono di stoffa da 3,5″ e stirate in modo da ottenere con le pieghe le diagonali.

Prendete l’esagono da 2″ di freezer paper e stiratelo al centro dell’esagono aiutandovi con le diagonali. Attenti a non schiacciare troppo le pieghe con il ferro da stiro, basta usare la punta! 🙂

A questo punto possiamo iniziare a stirare l’esagono grande. Ripiegate il primo lato stando ben attenti che sia ben contro alla freezer paper. Continuate così per ogni lato. Per questi passaggi vi consiglio di usare un po’ di vapore.

Poi riaprite bene il tutto e rifate la stessa cosa cambiando il giro così da avere tutte le pieghe che ci serviranno poi per le pieghe finali.  Riaprite di nuovo il tutto.

A questo punto dovete piegare ogni angolo in modo da avere la piega che finisce esattamente sulla diagonale tracciata sulla freezer paper (è difficile da spiegare, ma guardate la foto). Una volta stirato il tutto, potete togliere la freezer paper (ricordatevi che potete riusarla finché attacca). Personalmente ho dato una spruzzata di appretto per evitare di imbastire… 😉 sono una pigrona!

Per l’esagono piccolo invece si stirano semplicemente tutti i lati e una volta terminato il giro io mi fermo lì. Togliete la freezer paper dopo aver stirato bene. Anche qui do una spruzzata di appretto, ma se preferite imbastire liberissime di farlo.