Tutorial per esagoni con tecnica atarashii PRIMA PARTE

Come promesso ecco il tutorial per fare gli esagoni con la tecnica atarashii… tutto fatto a mano! Pronte?

Per prima cosa dovete disegnare gli esagoni.
Prendete un compasso e disegnate un cerchio con raggio 3.5″.

Tenete la stessa apertura del compasso e puntate in punto qualsiasi della circonferenza. Tracciate un segno. Poi vi spostate dove il segno incrocia la circonferenza e fate un altro segno (ricordatevi di tenere sempre la stessa apertura del compasso). Ripetete il tutto finché vi ritrovate allo stesso punto di partenza! A questo punto avete i punti per tracciare un esagono perfetto. Oppure fate così (da wikipedia):

Ripetete la cosa per gli altri 3 esagoni. Misure dei raggi:
1″  –  1 5/8″   –  2″

A questo punto vi consiglio di ricalcare gli esagoni di 3.5″, di 2″ e quello di 1 5/8″ sul template plastic oppure su un cartoncino, così da avere le sagome per ritagliare gli esagoni dalle stoffe e dall’imbottitura.

Tracciate inoltre gli esagoni di 2″ e 1″ sulla freezer paper e tracciate le diagonali.

Tracciate sul retro della stoffa che scegliete per l’esterno l’esagono da 3,5″ e ritagliatelo.
Fate la stessa cosa con l’esagono da 1 5/8″” sulla stoffa che avete scelto per l’interno.
L’esagono di 2″ invece dovete ritagliarlo dall’imbottitura.

Prendete l’esagono di stoffa da 3,5″ e stirate in modo da ottenere con le pieghe le diagonali.

Prendete l’esagono da 2″ di freezer paper e stiratelo al centro dell’esagono aiutandovi con le diagonali. Attenti a non schiacciare troppo le pieghe con il ferro da stiro, basta usare la punta! 🙂

A questo punto possiamo iniziare a stirare l’esagono grande. Ripiegate il primo lato stando ben attenti che sia ben contro alla freezer paper. Continuate così per ogni lato. Per questi passaggi vi consiglio di usare un po’ di vapore.

Poi riaprite bene il tutto e rifate la stessa cosa cambiando il giro così da avere tutte le pieghe che ci serviranno poi per le pieghe finali.  Riaprite di nuovo il tutto.

A questo punto dovete piegare ogni angolo in modo da avere la piega che finisce esattamente sulla diagonale tracciata sulla freezer paper (è difficile da spiegare, ma guardate la foto). Una volta stirato il tutto, potete togliere la freezer paper (ricordatevi che potete riusarla finché attacca). Personalmente ho dato una spruzzata di appretto per evitare di imbastire… 😉 sono una pigrona!

Per l’esagono piccolo invece si stirano semplicemente tutti i lati e una volta terminato il giro io mi fermo lì. Togliete la freezer paper dopo aver stirato bene. Anche qui do una spruzzata di appretto, ma se preferite imbastire liberissime di farlo.

2 thoughts on “Tutorial per esagoni con tecnica atarashii PRIMA PARTE

  1. Pingback: Tutorial per esagoni con tecnica atarashii SECONDA PARTE | Milena crea

  2. Grazie Milena per questo tutorial: è molto chiaro e preciso!
    Ho iniziato a fare qualcosa con gli esagoni classici, ma vedendo questi mi sa che li rifarò così!
    Più lunghi a farsi ma desisamente più belli!
    ciao
    cathy

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...