SAL

Lo so, sono pazza… ma Kokina mi ha invitata al SAL che lei e Pepe hanno organizzato… ed io ho accettato. Il progetto è “THE GIFT OF FRIENDSHIP” di Natalie Bird. Il libro l’ho ordinato subito dopo Natale e dovrebbe arrivare tra una settimana… visto che dovevo ordinarlo, meglio massimizzare le spese di spedizione: ho preso anche un altro libro e un paio di pattern…

Il blog del SAL è Kokina, Pepe and the stitching along gang


I progetti in corso quindi sono diventati 4:
– coperta del Leo da trapuntare (sono a metà)
– l’albero della vita (devo ancora finire il top)
– lone star con il patchworkcaffé (stella fatta, manca lo sfondo)
– e questo che è da iniziare…


Troppi? Ma no… 😉

2010…

un anno che più merdoso non poteva essere. Ho iniziato l’anno scoprendo di avere una malattia rara che pochi conoscono. Ho iniziato a prendere il cortisone in dosi da cavallo che ancora sto prendendo, che mi ha causato mesi di insonnia, 10 kg in più e un umore pessimo. Ho avuto per mesi dolori alle mani, mani congelate e blu che mi hanno impedito di cucire, dipingere e ricamare. Sono stata da sola senza un compagno con cui condividere queste cose. Ho trascurato amiche e amici perché non mi piace farmi vedere debole e il mio umore mi spingeva a cercare la solitudine. Sono stata spesso troppo stanca e triste per creare qualcosa.
Ma per fortuna nonostante tutte queste negatività il mio cucciolo è sempre stato accanto a me. È cresciuto e sta diventando un bambino davvero dolce e con un bel caratterino. Mi dice tutti i giorni che mi vuole bene e sa di essere la cosa più bella e importante della mia vita (me l’ha detto ieri). La mia famiglia mi è stata sempre vicina e non si sono lasciati andare anche quando le notizie sulla mia salute erano brutte. Ho conosciuto persone belle che avranno sempre un posticino nel mio cuore. Le amiche di sempre sono sempre lì e so che su di loro posso contare e loro possono contare su di me. Ultimamente ho ritrovato vecchi amici che non vedevo da anni e che stavolta non lascerò allontanare. Soprattutto negli ultimi mesi mi sono accorta che devo voltare pagina. Che ho bisogno di tempo da dedicare a me stessa. Mi rendo conto che studiare, lavorare e fare la mamma è davvero dura… e nei prossimi mesi deciderò cosa fare senza sensi di colpa. Ci ho provato… se non ci riesco, non fa niente: non sono wonder woman! E poi c’è tanta gente che sta peggio… non posso lamentarmi in fondo!
Quindi nessun buon proposito per il 2011… ma cercherò di essere semplicemente più felice. Ce la farò?

Auguro a tutti voi un felice 2011, che questo possa essere un anno pieno di tutto quello che volete voi!

Un abbraccio, Milena

PS: ma non potevo mettere solo una bella immagine del 2011 e basta? eheheh ma il blog è anche un po’ un diario… no?